logo

bigband ritmosinfonica citta' di veronabigband ritmosinfonica citta' di verona
                                                                    

                      DVD + Libro                                                                                                                  CD+ Libro

PIERINO E IL LUPO  di Sergej Sergeevic Prokofiev

Oltre ad essere un pregevole brano musicale, Pierino e il lupo è un’opera con uno spiccato senso didattico. L’intento primario di Prokoviev infatti è stato quello di avvicinare i bambini ai vari strumenti dell’orchestra sinfonica. In effetti ciascun personaggio è rappresentato da un solo strumento o un gruppo di strumenti.
Questa versione arrangiata da Oliver Nelson e trascritta da Ambrogio De Palma per la Big Band Città di Verona differisce dall’originale poiché fa uso dell’orchestra jazz, non dell’orchestra sinfonica. Anche i temi originali sono utilizzati in maniera diversa per l’orchestrazione che ne viene fatta. C’è anche musica originale, intesa per dare ai solisti un ambiente adatto all’improvvisazione. Ogni personaggio diventa un “Blues” ; ideale veicolo per un sound da Big Band jazzistica.
Il brano finale scritto appositamente per la Big Band Ritmo Sinfonica Città di Verona da Ambrogio De Palma, vuole concedere “l’appello” al povero lupo attraverso un vecchio e buon “blues”.
All’inizio, ci sono sette temi che rappresentano gli attori della storia. I personaggi in ordine di apparizione sono:
A) L’uccellino, rappresentato dai flauti e dall’ottavino
B) L’anatra, rappresentata dal sax soprano;
C) Il gatto, rappresentato dai clarinetti;
D) Il nonno, rappresentato dai tromboni e dal basso tuba
E) Il lupo, rappresentato da due corni francesi e dai tromboni;
F) I cacciatori, rappresentati dai timpani mentre i loro spari sono
rappresentati dal tamburo rullante e dai tom tom;
G) Pierino, rappresentato dai flauti.

LA TRAMA

La nostra storia è una semplice favola che narra la storia di un ragazzo di nome Pierino il quale, a dispetto degli avvertimenti del nonno, vaga per i prati una bellissima mattina di sole. Mentre sta camminando, incontra il suo amico Uccellino, che è felice di svolazzare su e giù per i prati. Contemporaneamente l’anatra è scappata dal recinto che Pierino ha lasciato imprudentemente aperto ed è contenta di andare a fare una nuotatina nello stagno vicino.
Mentre l’anatra fa il bagno e l’uccellino saltella sulla riva, Pierino nota che un Gatto si sta avvicinando furtivo tra l’erba e sta puntando l’Uccellino che si accorge del Gatto e vola via, trovando riparo sui rami più altri dell’albero.
Il Nonno di Pierino ha trovato il cancello aperto ed è molto arrabbiato con il nipote. Ha le sue buone ragioni per essere arrabbiato con Pierino poiché nella zona sono stati avvistati i lupi. Pierino è sulla via del ritorno quando incontra un Lupo affamato che sbuca fuori dalla foresta. L’Uccellino vola via, il Gatto corre sull’albero ma l’Anatra spaventata cerca di mettersi in salvo ma… inutile dirlo viene mangiata in un sol boccone.
Pierino, avendo osservato tutto ciò, decide di catturare il Lupo. Corre a casa, prende una fune, si arrampica sull’albero mentre l’Uccellino si fa rincorrere dal Lupo. Pierino cala la fune e lega il Lupo per la coda. Più il Lupo cerca di divincolarsi, più la fune lo stringe.
I cacciatori che stavano inseguendo il Lupo escono dal bosco con il loro fucili luccicanti ma Pierino grida loro di non sparare e di aiutarlo a portare il Lupo allo zoo.
Con la loro preda pericolosa al sicuro nella gabbia, i cacciatori e Pierino portano il Lupo allo zoo mentre il suo amico, l’Uccellino, li precede volando contento di fronte a loro.

 

                        

Presentazione L'Orchestra  Discografia  Eventi Proposte artistiche   Contatti  Photo-Video Gallery  Dicono di noi    MP3