logo

  Scarica la presentazione  

RECENSIONI

bigband ritmosinfonica citta' di veronabigband ritmosinfonica citta' di veronabigband ritmosinfonica citta' di verona

Linear notes per il CD “Restless Spirit”, Big Band Ritmo Sinfonica “Città di Verona” con  Roberto Magris   , Massimo Greco e Sbibu

La Big Band Ritmo Sinfonica “Città di Verona” è una “super big band” formata da oltre 40 artisti della storica città di Verona. Fondata nel 1946 per iniziativa di alcuni musicisti dell’orchestra sinfonica di Verona, si è evoluta negli anni verso una formidabile formazione jazzistica, condotta prima da Mario Pezzotta e Renzo Nardini e, dal 1995, da Marco Pasetto. Oltre all’esecuzione della musica di grandi autori americani come Duke Ellington, Count Basie e Miles Davis, Pasetto ha proposto alla band l’esplorazione di brani di jazz moderno contemporaneo da includere nel repertorio e da registrare in questo CD, che nasce dalla collaborazione con il grande pianista Roberto Magris, un artista universalmente noto sia come esecutore che come compositore, con 17 album all’attivo. Il presente album rappresenta quindi la continuazione della predilezione della big band per la musica di questo artista, che il gruppo esegue e propone da anni.
Con Restless Spirit il direttore Marco Pasetto e la BBRS festeggiano quindi l’amicizia con Roberto Magris attraverso la registrazione delle sue composizioni. L’incisione è stata realizzata nel mese di settembre 2008 al Teatro Martinelli di Castelnuovo del Garda, in Italia. E’ stato scelto un teatro, anzichè uno studio di registrazione, per ottenere la qualità sonora dello spettacolo dal vivo.
Oltre a Roberto Magris, ospite principale, hanno collaborato a realizzare il presente CD altri due ospiti speciali: il trombettista italiano Massimo Greco e lo specialista in percussioni Sbibu. La sonorità della band, in evidenza in questo disco, ricorda il sound di grandi orchestre contemporanee come la rinnovata Netherland’s Metropole Orchestra, formata da 50 elementi o quello un tempo prodotto da leggendari gruppi come la Woody Herman’s Thundering Herds o la Stan Kenton Orchestra. La robusta sezione di ottoni è sorretta infatti da una sezione di venti ance in grado di entusiasmare chiunque.
Magris conduce il ritmo ed espone otto vibranti brani originali che includono una riproposizione del “Blues for My Sleeping Baby”, già incluso nell’album Check-in, oltre ad un alternate-take di “Ambigous”. Il risultato sono nove moderni arrangiamenti per big-band e settanta minuti di sound ricercato e pieno di ritmo.
Il disco inizia con un battito di mani che introduce all’animalesco African mood, una incalzante melodia dalle venature africane in cui si inserisce una incursione pianistica di Magris, con il suo furioso martellare sui tasti che affronta il sonoro sound della band. Nel secondo brano, Blues for My Sleeping Baby, Magris usa il Fender Rhodes, guidando la BBRS attraverso un impalpabile arrangiamento di uno dei suoi brani preferiti, con una sezione fiati in armonioso background che il flicorno di Massimo Greco arricchisce con sofisticato fraseggio. Una leggera bass-line di Giuseppe “Pepe” Gasparini introduce Peaceful Heart, un brano scritto pensando alla tranquilla pulsazione del cuore ma tutt’altro che leggero o tranquillo. Si tratta di un pezzo inebriante che inizia in maniera soft per poi ingranare la marcia con un energico intervento degli ottoni e del flicorno di Greco seguito da un corposo assolo di Magris e dal finale in crescendo dei corni. Il disco contiene due interpretazioni di Ambigous. Entrambi gli arrangiamenti sono molto vigorosi. Magris usa il Fender Rhodes e la BBRS mette in evidenza la musicalità dei suoi elementi con gli assolo e l’orchestrazione accattivanti. Restless Spirit è un brano ricco di pulsazione. L’intervento di Sbibu alle percussioni e di Stefano Sartori alle congas conducono attraverso un pezzo in continua mutazione, restless, senza riposo, per l’appunto! Con Short and Shorter Magris mette in risalto la big band tradizionale. E’ un brano dallo stile esuberante nel quale è in evidenza Massimo Greco con la tromba e la sordina mentre Magris rimane al Fender Rhodes con alcuni accattivanti assolo supportati dalla robusta sezione fiati della band. Sebbene, nella sostanza, Standard Life non sia un brano jazz-latin, esso tuttavia ricorda nella struttura il famoso album Cuban Fire dell’orchestra di Stan Kenton. In questo brano sono in evidenza le percussioni che si inseriscono su di un ricco background di ottoni intervallato da applausi e sonoro accordo finale, come nelle registrazioni di Kenton. Magris riserva uno dei suoi migliori brani da solista nel bellissimo Maliblues, dove condivide la scena con il maestro Pasetto che, in un breve momento di distacco dal ruolo di conduttore, suona un delicato e gradevolissimo assolo con il sax soprano.
Restless Spirit rivela il carattere musicale di un entusiasmante gruppo di artisti, capaci di affascinare e dare forza alla musica, con il proposito di essere considerati una delle migliori bigband in Europa. Il direttore Marco Pasetto ha fatto un magnifico lavoro nel far crescere una associazione musicale relativamente giovane in un ensemble maturo, che predilige il jazz ed è in grado di affrontare le migliori orchestre del mondo. In questo CD il pianista Roberto Magris dimostra ancora una volta il perché egli appartenga all’elite degli artisti jazz del nostro tempo. Roberto suona il pianoforte con intensità, sentimento e passione mettendo tutto questo sui tasti e la sua anima nella musica. Le sue composizioni sono assolutamente originali e gli arrangiamenti freschi e pieni di dinamismo. Tutto questo con la big band per creare un’esperienza musicale senza riposo, strepitosa, che non dimenticherete presto!


Edward Blanco

Ed Blanco è menbro di Jazz Journalist Association, collaboratore di eJazznews, Jazzreview e All About Jazze tiene numerosi programmi di musica jazz alla WDNA 88.9 FM “Serious Jazz” radio station di Miami.
 

 

 

 

                        

Presentazione L'Orchestra  Discografia  Eventi Proposte artistiche   Contatti  Photo-Video Gallery  Dicono di noi    MP3